Il fascino dello squalo martello

Che dire a proposito dello splendore e della grazia dello squalo martello. Osservarlo ci fa rimanere a bocca aperta.

Che dire a proposito dello splendore e della grazia dello squalo martello? Osservarlo ci fa rimanere a bocca aperta.

Le 9 specie di squali martello hanno una protuberanza ai lati della testa a forma di martello. Gli occhi dello squalo sono all’estremità dell’estensione.

È un predatore aggressivo che si nutre di pesci, razze, altri squali, cefalopodi e crostacei. Si trova in acque tiepide lungo le coste e sulla piattaforma continentale. La testa schiacciata e ampia migliora la capacità di localizzazione elettrica: l’intera struttura è, infatti, ricca di ampolle di Lorenzini, che permettono all’animale di orientarsi per mezzo del campo magnetico terrestre e di individuare campi elettrici emessi da altri organismi viventi.

L’accoppiamento negli squali martello è un momento delicato, dove il maschio morde e trattiene con violenza la femmina fino a quando essa non gli si concede. Lo squalo martello è presente anche nel Mare Mediterraneo, diversi esemplari sarebbero stati segnalati nel Mediterraneo occidentale, vicino le coste spagnole, marocchine ed algerine (Sphyrna lewini, Sphyrna mokarran, Sphyrna zygaena).

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Commenti

  • a thought by Pasquale

    Egregio Dottor Taverniti,
    Le scrivo per soddisfare un’altra curiosità: come mai il suddetto squalo ha la testa a forma di martello? Questa forma ha una funzione biologica?? oppure è solo frutto della colntà di madre natura??

    In attesa di una sua gradita risposta, rinnovo i miei complimenti per il blog che viene nutrito ogni giorno di più di nuovi argomenti!
    P.

    Rispondi

    • a thought by aletave

      Eminente Pasquale la ringrazio di nuovo per i suoi complimenti 🙂
      Ricorda che Madre Natura non fa mai niente a caso. Esistono due motivi principali per la forma a martello della testa dello squalo:
      – gli occhi, situati ai lati della testa, permettono una visione a più ampio raggio;
      – la testa a martello, in alcune specie che si alimentano di razze, permette di analizzare meglio il fondo marino e di individuare le prede che si nascondono nel fondale sabbioso tramite le famose ampolle di Lorenzini, organi che captnano i campi elettrici di altri animali (tutti gli esseri viventi emettono, in modo naturale, un campo elettrico).

      Rispondi

Lascia un commento

Your email address will not be published. Name and email are required