L’acqua minerale e oligominerale: ecco le differenze

L'acqua minerale e oligominerale

Vorrei puntualizzare e ricordare alla gente un dato di reale importanza: l’acqua che scorre dal rubinetto ha le stesse caratteristiche di quella che viene imbottigliata e messa sul mercato. Non me lo sto inventando io, ma esiste una ricerca pubblicata sulla rivista scientifica “Le Scienze”.

L’acqua che noi tutti beviamo viene definita da chiunque “acqua dolce” per distinguerla da quella marina, chiamata “salata”. Che differenza c’è tra queste due tipologie? Sicuramente rispondereste tranquillamente che quella salata contiene sali mentre quella dolce ne è totalmente sprovvista. E vi sbagliate. Si, l’acqua marina è vero che contiene sali (=sali minerali), soprattutto cloruro di sodio (=sale da cucina) e altri sali in concentrazioni minori.

L’acqua dolce ne contiene anch’essa, anche se in quantità realmente modeste: è dissetante proprio per questo motivo, ovvero quando una persona suda parecchio (per esempio durante un’attività fisica) perde sali minerali e bevendo acqua bilancia questa perdita.

Un’ altra precisazione che volevo appuntare è la seguente. Sulle etichette dell’acqua imbottigliata c’è la scritta frizzante oppure naturale. L’acqua naturale solitamente è di due tipi differenti: naturale minerale e naturale oligominerale. La prima è con una concentrazione salina maggiore rispetto alla seconda: il termine oligo- sta per poco o pochi.

Commenti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Name and email are required