Ecco lo spermatozoo più vecchio del mondo

spermatozoo più antico del mondo

Appartiene ad un verme piuttosto simile alle moderne sanguisughe, e cioè ad alcune specie di Anellidi della classe Citellata, la cellula sessuale conservata in un bozzolo fossilizzato estratto da un deposito fossilifero in un’isola dell’Antartide (precisamente a Seymour Island) risalente a 50 milioni di anni fa, che batte il record di antichità appartenente ad un gamete gigante di crostaceo. La notizia è stata diffusa da Focus.

Tale scoperta è stata una sorpresa, in quanto secondo il paleobotanico a capo della ricerca Benjamin Bomfleur è piuttosto raro trovare spermatozoi ben conservati, poiché è materiale biologico delicato e facilmente deperibile.

La buona conservazione del reperto è imputabile alla produzione ad opera dei Citellata durante la fase di accoppiamento di un gel appiccicoso che forma una capsula che protegge cellule uovo e spermatozoo, fino ad indurirsi e diventare bozzoli che si comportano come l’ambra fossile con gli insetti, cioè preservano dal disfacimento le sostanze organiche.

L’obiettivo dello studio era in realtà capire l’organizzazione di tale bozzolo, ma il microscopio elettronico a scansione ha rilevato il profilo allungato dello spermatozoo, privo del materiale genetico. Alla datazione radiometrica è emerso che il campione risale alla prima metà dell’Eocene, periodo in cui crebbe la diffusione dei mammiferi. Lo stato di conservazione di questo spermatozoo e del bozzolo ha entusiasmato i ricercatori, che intendono continuare e approfondire gli studi su questi bozzoli poiché potrebbero custodire primitive forme di vita come funghi o batteri che potrebbero aiutare a comprendere l’evoluzione dei microrganismi sulla Terra.

Commenti

  • a thought by Giuseppe

    Buonasera. Trovo l’articolo molto curato e dettagliato. Molto brava l’autrice.

    Rispondi

    • a thought by aletave

      Ciao, sì lo trovo interessante 😉

      Rispondi

  • a thought by Rossella

    Complimenti all’autrice dell’articolo. La notizia è di per sè particolare ma il modo in cui è riportata la rende ancora più interessante. 😀

    Rispondi

    • a thought by aletave

      Sì, è vero!

      Rispondi

Lascia un commento

Your email address will not be published. Name and email are required