Come respirano i pesci: l’importanza delle branchie

Ecco come respirano i pesci.

I pesci vivono in un mondo unico e pieno di meraviglie! Abbiamo già parlato di questi animali vedendo quali sono i più belli e i più brutti dei mari, ma oggi volevamo trattare di come riescono a respirare in acqua, grazie all’aiuto di Acquariofiliaitalia. Come avviene, allora, la respirazione?

Inoltre, abbiamo visto precedentemente come respirano gli uccelli. Ecco, invece, come riescono a farlo i pesci.

Le branchie hanno un ruolo chiave

Ecco le branchie dei pesci.
Foto da Sulisuli.

I pesci devono ottenere l’ossigeno dall’acqua, mentre gli animali terrestri lo prendono direttamente dall’atmosfera, come gas. Ma con quali strutture? Ebbene, in mare lo possono fare usando le famose branchie che sono protette sotto l’opercolo, che è formato dalle ossa opercolari, e contenute in una camera branchiale.

Come respirano

La prima cosa che succede è che l’acqua entra nella bocca ed esce dall’opercolo dopo che passa dalle branchie, ovvero filamenti sottili che hanno funzioni simili ai polmoni umani. Infatti, sono le esili membrane che ricoprono le branchie che assorbono l’ossigeno entro una rete di capillari sanguigni e da qui lo mettono in circolo in tutto il corpo. Quando questo gas viene assorbito, contemporaneamente viene espulsa l’anidride carbonica.

Le branchie sono molto efficaci

Queste strutture sono molto efficaci e pensate che riescono ad estrarre addirittura l’80% dell’ossigeno disciolto in acqua. Ma le branchie sono importanti anche per un altro motivo: mantenere il giusto equilibrio salino.

La respirazione è un argomento importante e perciò abbiamo visto come i pesci estraggono l’ossigeno dall’acqua e quali strutture usano per farlo.

Sapete qualche altra informazione da aggiungere sulla loro respirazione?

Related Images:

Commenti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Name and email are required