Estinzione dei Dinosauri: quali ipotesi?
Spread the love

I Dinosauri erano rettili vissuti tra il Triassico (circa 230 milioni di anni fa) e il Cretaceo (circa 65 milioni di anni fa). Erano ben diversificati e dominanti durante la loro presenza nel Mesozoico (Triassico + Giurassico + Cretaceo).

Erano erbivori, carnivori o onnivori. Bipedi (due zampe) o Tetrapodi (quattro zampe). Di dimensioni molto variabili. A sangue freddo (eterotermia = non riuscivano a mantenere costante la loro temperatura corporea rispetto alle variazioni ambientali), ma siamo a conoscenza anche di qualche specie a sangue caldo (omeotermia = riuscivano a mantenere la loro temperatura corporea rispetto alle variazioni ambientale).

Sono stati portati alla luce reperti fossili che, probabilmente, possedevano un piumaggio: per questo motivo si pensa che gli Uccelli si siano evoluti dai Dinosauri.

Ma quali sono le cause che hanno contribuito alla loro estinzione? Le teorie sono molteplici, ma a me interessa illustrare le due ipotesi più convincenti:

– mutazioni ambientali drastiche

– caduta di un meteorite

Entrambe sono accettabili come idea di fondo. La prima ipotesi parla di condizioni climatiche avverse che hanno portato, nel giro di poco tempo, i Dinosauri ad una estinzione precoce. La seconda osserva come la caduta di un meteorite abbia, in qualche modo, eliminato questo gruppo ben diversificato.

Secondo me, queste due teorie andrebbero assemblate: le mutazioni ambientali drastiche sono state accentuate da una caduta di un meteorite.

Please follow and like us:
Pin Share

Related Images:

Di aletave

Dottore in Scienze Naturali, copywriter e blogger. Fondatore di questo blog.

8 pensiero su “Estinzione dei Dinosauri: quali ipotesi?”
    1. Ciao fratello. Allora, un’altra ipotesi sostiene che si siano estinti in modo naturale in quanto diventati meno competitivi. Non ci credo più di tanto.
      Per quanto riguarda le mutazioni ambientali drastiche, le prove vanno ricercate nella stratigrafia all’interno della roccia. Mi spiego. Ogni roccia (mi riferisco a quella sedimentaria, cioè formata dalla deposizione di sedimenti nel tempo) presenta una serie di strati: ogni strato ci da informazioni sul clima e sull’ambiente inerenti al periodo durante il quale lo strato si stava sviluppando. Dallo studio di questi strati di roccia sedimentaria possiamo ottenere indicazioni sui cambiamenti climatico-ambientali.
      Veniamo al meteorite: ci sono proprio le prove. Sto parlando del cratere dello Yucatan, in Messico: l’impatto avrebbe accelerato i cambiamenti in atto.
      Spero di essermi spiegato bene. Ciao Tave.

  1. […] spero, già letto nel mio blog i due post riguardanti uno, le ipotesi dell’estinzione dei dinosauri e, l’altro le cause e le conseguenze di una estinzione. In questo post vorrei concentrare […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *