Le comete, queste sconosciute e misteriose

Le comete, queste sconosciute

Siamo proprio sicuri di conoscere tutto, ma proprio tutto sulle comete, o le nostre nozioni si fermano alla romantica visione di una stella con la coda? Vediamo insieme qualcosa in più riguardo a questo corpo celeste che attraverso i secoli ci ha affascinato per il suo aspetto molto suggestivo. [Fonte Focus]

Chiariamo innanzitutto che le comete non sono stelle. È vero che brillano nel cielo, ma per luce riflessa, come la Luna e i pianeti. Le loro dimensioni non hanno nulla di paragonabile con le stelle perché le comete hanno un corpo molto ridotto, prevalentemente costituito da ghiaccio. Le loro orbite si spingono spesso molto distanti dal Sole, anche oltre Plutone, e la loro presenza viene avvertita otticamente a cicli periodici.

La loro chioma si forma quando le sostanze molto volatili di cui la cometa è ricca, come acqua, metano e biossido di carbonio ghiacciate, sublimano, ovvero passano dallo stato solido a quello gassoso. Questo

Le comete, queste sconosciute
La cometa di Hale-Bopp ripresa da Zabrienski Point (Valle della Morte – USA) durante il suo passaggio in prossimità della Terra nel 1997.

avviene quando passano nelle zone maggiormente prossime al Sole. Possiamo apprezzare la scia lasciata da questi gas, che assumono la forma della chioma. Infatti, la direzione della coda di una cometa è sempre rivolta dalla parte opposta rispetto al Sole.

Per quanto riguarda l’origine delle comete, la teoria maggiormente accreditata è quella che sostiene che siano i residui solidi del periodo in cui la nebulosa ha dato origine al sistema solare.

Esistono comete il cui nucleo è di solo un centinaio di metri di diametro, ma possono essere anche molto più grandi, fino ad una dimensione di diverse decine di chilometri e, oltre ai componenti citati, contengono buone quantità di etano, metanolo, acido cianidrico, formaldeide e forse anche idrocarburi.

Tutte le comete conosciute sono schedate ed alcune hanno nomi molto famosi. Tra le più note ricordiamo la cometa di Halley e Hale-Bopp. In tutte le sue espressioni, sia quella fisica che orbitale e estetica, la cometa costituisce qualcosa di unico in astronomia, un corpo che ci dà appuntamento ciclicamente e che fa in modo che l’appuntamento con lui sia imperdibile per gli appassionati.

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Commenti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Name and email are required