Lo squalo capopiatto.
Spread the love

Lo squalo capopiatto sarebbe un altro pesce cartilagineo dotato di cartilagine che lo rende idrodinamico. Volete sapere qualcosa di interessante? Bene, ho trovato tutte le informazioni sul sito Squali.

Inoltre, ho anche pubblicato prima un altro articolo interessante sullo squalo pinna nera.

Classificazione

Lo squalo capopiatto sarebbe un pesce cartilagineo che ha la cartilagine che lo rende idrodinamico, appartiene all’ordine Hexanchiformi e sarebbe conosciuto con il nome scientifico di Hexanchus griseus.

Descrizione

Questa specie in particolare sarebbe dotata di sei fessure branchiali, un corpo con un muso largo e arrotondato. In aggiunta, ha una sola pinna dorsale.

Habitat e distribuzione geografica

Lo squalo capopiatto ama vivere tra i 180 e i 1100 metri di profondità. Inoltre, in natura lo possiamo osservare nell’Oceano Atlantico Orientale, nell’Atlantico Occidentale, nell’Indiano, nel Pacifico Occidentale e Orientale e nel Mediterraneo.

Alimentazione

Il capopiatto adora mangiare naselli, molve, passere, triglie, tonni, mammiferi marini, razze, chimere, calamari, polpi, granchi e gamberi.

Dimensioni

Ma quali dimensioni potrebbe raggiungere uno squalo capopiatto? Allora, potrebbe arrivare fino a 480 centrimetri di lunghezza.

Arrivato a questo punto avrei finito di parlarvi dello squalo capopiatto, una specie a dir poco fantastica.

Volete condividere altre informazioni sullo squalo capopiatto?

Please follow and like us:
Pin Share

Di aletave

Dottore in Scienze Naturali, copywriter e blogger.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *