Lo squalo più veloce.

Il mako dalle pinne corte è la specie di squalo più veloce e raggiunge 40 o 50 chilometri all’ora. Conosciuto scientificamente come Isurus oxyrinchus, appartiene all’ordine dei Lamniformi, ossia un raggruppamento sistematico che include squali caratterizzati dall’assenza di membrana nittitante, una specie di lamina biancastra che ricopre e protegge gli occhi durante le ultime fasi di un’azione predatoria.

I Lamniformi sono stenofagi in quanto hanno un basso spettro alimentare: sono predatori specializzati e “non mangiano quello che capita”. Lo squalo mako dalle pinne corte si alimenta di pesci ossei, crostacei e tartarughe marine.

Distribuito nell’oceano Atlantico, Pacifico e Indiano ed è presente anche nel mar Mediterraneo. Lo sviluppo embrionale avviene tramite oofagia, cioè l’embrione si nutre delle uova non fecondate presenti nell’utero.

Possiede la seconda pinna dorsale ridotta, la prima ben sviluppata e viene considerato uno squalo potenzialmente pericoloso per l’uomo.

L’ordine dei Lamniformi include, fra gli altri, il grande squalo bianco, presente nel mar Mediterraneo, anche se osservarlo è raro.

Commenti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Name and email are required