Ecco i pesci neon.

Il pesce neon è un animale che teniamo sicuramente in tanti a casa nostra e proprio per questo motivo oggi vogliamo vedere come prendersene cura grazie ad un articolo pubblicato su Wikihow.

Ho già parlato, inoltre, di altre guide che possono esservi utili su come prendersi cura della tartaruga d’acqua dolce, del criceto dorato, del pesce rosso e del pesce combattente.

1. Comprare una vasca grande

Il pesce neon e l'acquario.
Foto da Wikihow.

I pesci neon hanno bisogno di una vasca con una capienza di circa 40 litri d’acqua dolce per nascondersi e nuotare. Calcola un acquario di queste dimensioni per ogni 24 esemplari di questi animaletti.

2. Attivare il ciclo dell’azoto

Bisogna attivare il ciclo dell’azoto senza la presenza di animali per pulire l’acquario e rimuovere ogni batterio nocivo che potrebbe uccidere i tuoi pesci. Inoltre, dovresti farlo qualche settimana prima di portarli a casa.

3. Coprire l’ingresso del filtro

I pesci neon sono piccoli e perciò potrebbero essere risucchiati dal filtro con conseguenze mortali e, quindi, dovresti usare una rete o una spugna per coprire l’ingresso del dispositivo per proteggere le creature.

4. Aggiungere del materiale organico

In natura i pesci neon sono abituati a vivere in un ambiente acquatico ricco di piante e, quindi, bisogna che si mettano nella vasca e le potrai acquistare nei negozi per animali. Vanno bene anche gli scarti di foglie.

5. Monitorare il livello del pH

Inoltre, c’è da sapere anche che i pesci neon amano vivere in acque acide e con un pH compreso tra 5,5 e 6,8.

6. Preparare un sacchetto di torba per abbassare il pH

Potresti acquistare un sacchetto di torba biologica (nota anche come sfagno) che si può comprare nei centri per il bricolage. Questo procedimento è anche molto importante.

7. Attenuare le luci

Il pesce neon.
Foto da Wikihow.

Dovete sapere che in natura i pesci neon vivono in acque scure e, quindi, dovreste mettere l’acquario in un angolo della casa dove c’è poca luce e potreste anche acquistare delle lampadine a bassa potenza nel negozio per animali.

8. Controllare la temperatura

La temperatura dell’acqua deve essere tra i 21 e 27 gradi centigradi e potrai comprare un riscaldatore regolabile nei negozi per animali.

9. Pulire l’acquario

Il pesce neon ha bisogno di un ambiente pulito in cui vivere con un livello basso di nitriti e fosfati e, quindi, sostituisci il 25-50% dell’acqua ogni 15 giorni circa e spazzola anche le alghe.

10. Aggiungere altri pesci

Il pesce neon ha bisogno di vivere in un gruppo di 6 o più esemplari altrimenti può ammalarsi, ma non mettere delle specie carnivore più grandi perché potrebbero mangiare i tuoi animali.

11. Mettere in quarantena i nuovi esemplari

I pesci neon.
Foto da Wikihow.

Bisogna tenere isolati i nuovi pesci e, quindi, dovresti acquistare una seconda vasca e metterli qui per almeno 2 settimane.

12. Nutrirli con un’alimentazione varia

Bisogna offrire un’alimentazione varia 2 o 3 volte al giorno. I pesci neon sono onnivori e potresti offrirgli moscerini della frutta, vermi americani vivi, alghe, artemie o mangime in pellet.

13. Mettere in quarantena i pesci che hanno la malattia dei neon

Sarebbe il problema più grave che colpisce questi pesci e l’individuo affetto dalla malattia dei neon perde la caratteristica striscia fluorescente. Bisogna metterlo subito in quarantena.

14. Trattare la malattia dei puntini bianchi

Bisognerebbe trattarla apportando dei cambiamenti ambientali e somministrando dei farmaci. Si può notare la malattia dalla presenza di puntini bianchi coperti da peluria su tutto il corpo dell’animale.

15. Svolgere ricerche in merito ad altre malattie

Quando il pesce neon non è sano può sviluppare malattie e dovresti rivolgerti al veterinario o leggere dei libri in merito a quest’argomento.

Ecco che abbiamo visto tutte le principali cose da fare per poterci prendere cura del nostro pesce neon.

Ne sapete altre?

Commenti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Name and email are required