Api in declino: a rischio la produzione di alimenti
Spread the love

Le condizioni ambientali del pianeta sono preoccupanti. I messaggi che la scienza continua a trasmettere assumono sempre più i caratteri dell’emergenza, ma pare che l’argomento sia sottovalutato, soprattutto da chi dovrebbe porre rimedio a questa situazione. È molto recente un nuovo e preoccupante allarme lanciato dalla natura stessa, la quale ci avvisa che siamo ormai prendendo una china che potrebbe presto essere irreversibile.

La notizia è che le api stanno rapidamente diminuendo e questo non deve dispiacerci solo per il futuro rimpianto di una nuova possibile estinzione di una specie, ma deve preoccuparci per la nostra stessa sopravvivenza. Le api non sono infatti solo l’Ape Mellifera, ovvero quella che produce il miele, ma esistono ben 20.000 specie diverse di insetti che sono definite api e che portano il polline da pianta in pianta.

Secondi i ricercatori le cause sarebbero riconducibili ad un uso troppo intenso di insetticidi per aumentare la

Parrebbe ormai certo che gli insetticidi, usati in modo specifico o indirettamente, siano i maggiori responsabili del calo del numero delle api.
Parrebbe ormai certo che gli insetticidi, usati in modo specifico o indirettamente, siano i maggiori responsabili del calo del numero delle api.

produzione. Il calo si manifesta in modo subdolo e si riscontra un pericoloso calo della riproduzione. In ogni alveare ci sono molto meno api rispetto al passato.

Il sito Curiosone, all’interno di un suo interessante articolo, ha giustamente sottolineato che se mangiamo una mela, come ogni altro frutto, è perché l’ape ne ha fecondato il fiore. Venendo a mancare questa fondamentale trasmissione, la produzione di alimenti sarebbe fortemente compromessa, con la mancanza di sostentamento per miliardi di persone che popolano il nostro pianeta. Le conseguenze sarebbero tragiche e ve le lascio immaginare. Basti pensare a cosa succederebbe nel nostro continente se esso fosse colpito da una grave carestia.

Gli effetti si farebbero poi sentire anche su altri fronti. Le proteine dei legumi, per esempio, servono da sostentamento anche per altri animali, compresi quelli che fanno parte della nostra catena alimentare. D’altra parte già in tempi non sospetti, Albert Einstein aveva ammonito l’intera umanità sul pericolo dell’estinzione delle api dicendo: “Se un giorno le api dovessero scomparire, all’uomo resterebbero soltanto quattro anni di vita”.

Insomma un problema che meriterebbe molta più attenzione di quella dedicata attualmente dalla gente e soprattutto dai politici di tutto il mondo. Cosa possiamo fare noi per difenderci? Prima di tutto acquistare il miele solo da chi alleva le api e anche i prodotti agricoli senza ricorrere a insetticidi e affidarci ad una maggiore coscienza degli amministratori.

Please follow and like us:
Pin Share

Related Images:

Di aletave

Dottore in Scienze Naturali, copywriter e blogger. Fondatore di questo blog.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *