Ciclo dell'acqua: la base della vita
Spread the love

Il ciclo dell’acqua (o ciclo idrologico) implica il movimento dell’acqua per evaporazione dagli oceani (la riserva più grande) all’atmosfera (la riserva più piccola), quindi attraverso le precipitazioni essa cade sulla superficie terrestre e, a seguito di infiltrazioni e scorrimenti sui continenti, ritorna agli oceani.

Circa un terzo dell’energia solare è dissipata per azionare il ciclo dell’acqua; ancora una volta l’uomo dipende dall’energia solare ottenendo un servizio da un capitale naturale.

Due aspetti del ciclo dell’acqua meritano di essere posti in risalto:

la quantità d’acqua che evapora dal mare è maggiore di quella che vi ritorna attraverso le piogge mentre il contrario avviene sulla terraferma; in altre parole, gran parte delle piogge derivano da acqua evaporata dal mare

le attività umane tendono ad aumentare il tasso di scorrimento superficiale riducendo la ricarica del compartimento delle acque sotterranee che è particolarmente importante perché rappresenta il terzo più grande pool di riserva di acqua sulla Terra.

I più grandi depositi di acqua sotterranea sono presenti negli acquiferi che sono costituiti da strati permeabili sotterranei, formati spesso da limo, sabbia o ciottoli, circondati da rocce impermeabili o da argille che mantengono l’acqua come in un enorme serbatoio allungato. La prima e la seconda riserva di acqua sono rappresentate rispettivamente dagli oceani e dai ghiacciai.

Perché privatizzare l’acqua se sta alla base della vita umana e di tutti gli esseri viventi?

Please follow and like us:
Pin Share

Di aletave

Dottore in Scienze Naturali, copywriter e blogger.

4 pensiero su “Ciclo dell’acqua: la base della vita”
  1. […] Tutte le forme viventi per vivere necessitano di una molecola abbastanza particolare e vitale: l’acqua. E’ da sempre la base della vita senza la quale sarebbe inutile continuare il nostro percorso evolutivo lungo la strada della sopravvivenza. L’acqua è vita. L’acqua è vita. Non smetterò mai di ripeterlo soprattutto per il fatto che volevano e vogliono renderla un bene privato, di pochi. Fondamentale è il ciclo dell’acqua. […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *