Ecco come si riproducono i delfini.Foto da Focusjunior.
Spread the love

I delfini sono animali a dir poco straordinari! Perciò abbiamo già parlato di loro precedentemente sia della memoria che della comunicazione tra di essi e ora vogliamo vedere come si riproducono grazie all’aiuto di Zoomarine.

E allora come avviene la riproduzione dei delfini?

La prima cosa che succede è un vero corteggiamento che il maschio fa alla femmina. Dopo il primo inserisce il suo pene (nascosto in un’apertura nella parte inferiore del corpo) nella vagina della seconda. Tutto ciò avviene con i due che sono pancia contro pancia.

Questi animali raggiungono la maturità sessuale in età diverse e in base al sesso: le femmine a cinque anni, mentre i maschi a dieci. Dopo che si accoppiano, la gestazione dura 12 mesi e al termine di questo periodo la femmina mette al mondo (con parto podalico, ovvero di coda) il piccolo che è lungo più o meno un metro. Appena nato viene spinto dalla madre in superficie dove apre lo sfiatatoio e fa il suo primo respiro.

Il cucciolo

Il piccolo appena messo al mondo viene sfamato con il latte della mamma per circa due anni e dopo inizia a mangiare del cibo solido. Con quest’ultimo ha avuto modo di familiarizzare subito come oggetto di gioco. I cuccioli sanno nuotare fin da quando sono nati e perciò escono dal ventre materno di coda.

Il parto

Le femmine mettono al mondo i piccoli ad intervalli di due o tre anni, partorendo un cucciolo alla volta. Inoltre, le madri si possono allontanare dai loro figli quando vanno alla ricerca di cibo, ma non li lasciano soli: infatti, li affidano ad altre femmine del branco che sono d’aiuto sia per tenerli d’occhio che durante il parto.

La riproduzione è qualcosa di spettacolare per tutte le specie animali ed è molto importante per tramandare i geni da una generazione all’altra.

Non è fantastica la riproduzione?

Please follow and like us:
Pin Share

Related Images:

Di aletave

Dottore in Scienze Naturali, copywriter e blogger. Fondatore di questo blog.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *