Cos'è l'impronta ecologica?
Spread the love

L’impronta ecologica è l’area, esterna alla città, degli ecosistemi produttivi (terre coltivate, corpi d’acqua,…) necessari per mantenere la vita nella città: l’area dell’impronta ecologica dipende dalle richieste della città e dalla capacità dell’ambiente circostante di soddisfare queste richieste.

L’impronta ecologica è data dalla somma di sei componenti differenti:

–         superficie di terra coltivata per produrre le risorse naturali

–         area di pascolo necessaria per l’allevamento animale

–         superficie di foresta necessaria per produrre legname

–         superficie marina necessaria per produrre elementi di origine marina

–         superficie di terra necessaria per ospitare infrastrutture edilizie

–         superficie di terra utilizzata in funzione dei consumi energetici nelle diverse forme

Si stima che l’impronta ecologica di un cittadino degli Stati Uniti sia pari a 5.1 ettari, quella di un cittadino del Canada a 4.3 ettari e quella di un cittadino dell’India a 0.4 ettari.

Inoltre, gli Stati Uniti, con il 4.7% della popolazione umana mondiale, consumano il 25% delle risorse energetiche mondiali.

La cibernetica degli ecosistemi si occupa del sistema di controllo dell’ecosistema. Esistono due principali sistemi di controllo:

–         omeostasi = tendenza di un sistema a resistere ai cambiamenti e a mantenere se stesso in una fase di equilibrio stabile

–         omeoresi = tendenza di un sistema a mantenere se stesso in una fase di equilibrio oscillante; ciò è generato dall’interazione dei cicli della materia e dei flussi di energia insieme ai feedback dei piccoli sistemi

Un sistema è fatto da “fili invisibili della natura”, cioè legami di energia e di informazioni chimiche molto deboli ma numerosi.

Please follow and like us:
Pin Share

Related Images:

Di aletave

Dottore in Scienze Naturali, copywriter e blogger. Fondatore di questo blog.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *