Ecco la differenza tra mulo e bardotto

Differenze tra il mulo e il bardotto.
Spread the love

Parliamo anche oggi di qualche differenza di termini che esiste tra alcuni animali. Ora è arrivato il momento di parlare della diversità che c’è tra il mulo e il bardotto. Lo facciamo servendoci del sito Diegorispoli.

Ecco, allora, le differenze tra il mulo e il bardotto.

Il mulo

Ecco il mulo.
Foto da Comosellama.

Il mulo è un incrocio tra il maschio dell’asino e la femmina del cavallo. Da qui nasce un ibrido molto forte. Però, c’è da dire che questo animale è sterile perché ha un corredo cromosomico dispari (63 cromosomi) che è dovuto alla differenza cromosomica tra l’asino e la cavalla: rispettivamente 31 e 32 coppie di cromosomi. Il mulo raglia.

Il bardotto

Il bardotto.
Foto da Casaegiardino.

Il bardotto è, invece, in genere infecondo e nasce dall’incrocio tra un cavallo stallone e una femmina di asino domestico. Le femmine del bardotto possono essere occasionalmente fertili. Il bardotto nitrisce, somiglia al cavallo e ha una criniera più folta.

Ecco che abbiamo visto anche le differenze che ci sono tra il mulo e il bardotto, che sono due animali che spesso confondiamo facilmente.

Sapete altre differenze tra il mulo e il bardotto?

Commenti

  • a thought by Giancarlo

    grazie bellissimo articolo, mi sento più erudito

    Rispondi

    • a thought by aletave

      Grazie 😉

      Rispondi

  • a thought by Laura

    Un’altra differenza sta credo nel fatto che il mulo è più piccolo di sua madre (una cavalla), mentre il bardotto è più grande di sua madre (asina): questo credo incida fortemente sul parto, rendendo la produzione di muli più facile e sicura, mentre la produzione di bardotti può mettere seriamente a rischio la salute della fattrice.

    Rispondi

    • a thought by aletave

      Grazie mille per l’informazione 😉

      Rispondi

Lascia un commento

Your email address will not be published. Name and email are required