5 modi di usare l'acqua per curarsi
Spread the love

Acqua fonte di vita! Quante volte abbiamo sentito questa frase? In effetti, questo elemento è uno dei più importanti per l’uomo e per l’esistenza stessa di ogni forma di vita sul nostro pianeta. Tutto riconduce all’acqua: l’analisi della composizione del nostro corpo ci dichiara che siamo composti da essa per oltre il 70%. È facile intuire che il giusto equilibrio della quantità di acqua sia basilare per il nostro benessere.

E come è riportato sulla importanza dell’acqua su Best5, ecco i 5 modi per curarsi con l’acqua.

5 modi di usare l'acqua per curarsi1) Dolori muscolari e articolari

Idroterapia e talassoterapia sono due tra i rimedi che la medicina naturale propone per alleviare o addirittura curare i dolori muscolari. Queste terapie risulterebbero particolarmente efficaci in caso di presenza di stati infiammatori.

 

 

5 modi di usare l'acqua per curarsi2) Regolarizzazione intestino, dissoluzione calcoli renali, alcalinizzare il sangue

Bere acqua e limone è uno dei rimedi più diffusi per risolvere alcuni problemi che ci assillano con una certa frequenza. Il nostro corpo accumula tossine: una soluzione di acqua e limone, con l’aggiunta di miele, sarebbe l’ideale per depurare il nostro organismo.

 

5 modi di usare l'acqua per curarsi

3) Reumatismi, ipertensione

Un altro rimedio naturale molto diffuso è l’assunzione di acqua e sale, da non confondere con il comune cloruro di sodio utilizzato in cucina. Il sale da utilizzare sarebbe quello cristallino dell’Himalaya che aiuterebbe a disciogliere i depositi nocivi responsabili di artrosi, gotta o infiammazioni.

 

5 modi di usare l'acqua per curarsi

4) Affaticamento e sonnolenza

L’Ayurveda propone l’acqua bollita per almeno 15/30 minuti come potente disintossicante in grado di regolare l’equilibrio psico-fisico. Gli specialisti del settore garantiscono che sia anche un toccasana per i malesseri stagionali causati in alcuni soggetti con l’avvento della primavera.

 

5 modi di usare l'acqua per curarsi5) Effetti post-traumatici, cicatrizzazione e anti-batterico

Anche in questi casi l’acqua può essere d’aiuto, se assorbita insieme ad argilla ventilata. La soluzione aiuterebbe la disintossicazione dai metalli pesanti e sarebbe di supporto anche al processo di guarigione da ferite.

Ovviamente tutto questo va eseguito dopo la preventiva consultazione del proprio medico di famiglia.

Please follow and like us:
Pin Share

Di aletave

Dottore in Scienze Naturali, copywriter e blogger.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *