Le cose da sapere sui rumori
Spread the love

La rivista Focus ha elaborato un interessante articolo che riguarda le cose più curiose sui rumori. Ne riportiamo alcune qui di seguito annotando i nostri commenti.

La prima curiosità è per certi versi sorprendente: lo sapete che la più grande deflagrazione della storia, il Big-Bang, si è svolta nel più assoluto silenzio? La pressione era così elevata che nulla poteva sfuggire dal luogo dell’esplosione, neppure le onde sonore. E soprattutto le onde non avevano niente in cui propagarsi visto che si stavano espandendo nel nulla. I primi suoni si iniziarono ad udire qualche centinaio di secoli più tardi.

Vi siete mai chiesti qual è stato il più potente rumore della storia? Ebbene, è stato calcolato che sia stato quello dell’esplosione del vulcano Krakatoa (Indonesia) nel 1883, con un a potenza di circa 200 megatoni, e fu udito fino alla isole Mauritius a quasi 5.000 Km di distanza.

Siete appassionati di musica? Possedete un amplificatore stereofonico? Sappiate allora che dovete usare prudenza: alcuni

Le cose da sapere sui rumori
La radiazione cosmica di fondo (di cui vediamo qui una mappa) è il rumore che pareva un disturbo tecnico e che invece fu riconosciuto come il residuo del Big-Bang.

apparecchi possono provocare un rumore più potente di quello di un aereo. Se quest’ultimo può arrivare a 125 decibel, esattamente pari alla soglia del dolore, uno stereo può spingersi fino a 155 o anche 160.

Se la prima ordinanza che fu emessa nella storia riguardo i rumori molesti risale al VI secolo a.C. a Sibari, dove fu stabilito che i lattonieri lavorassero fuori dalle città per non creare problemi all’udito degli abitanti, furono molto tardi gli studi scientifici in relazione a salute e rumori. Solo nel 1886 il chirurgo Thomas Barr prese a campione un centinaio di lavoratori britannici per misurare le implicazioni del rumore sulla salute. E guarda caso erano calderai, ovvero lavoravano le lamiere.

Il rumore può darci fastidio anche indirettamente: in un bar se il rumore è maggiore siamo portati a bere più velocemente. E non solo: il crescere del rumore sta provocando una parallela crescita del tono di voce che abitualmente usiamo per comunicare, una maggiorazione dello stress e la conseguente impennata delle cardiopatie la cui causa è riconducibile all’inquinamento sonoro.

Purtroppo non ci accontentiamo di produrre rumore deleterio per la nostra salute, ma riusciamo addirittura ad esportarlo. I nostri sonar hanno provocato il prolungamento di circa il 29% del canto delle megattere, che da quando il rumore negli oceani è cresciuto, risulta anche più ripetitivo.

Sapete altre curiosità da aggiungere sul rumore?

Please follow and like us:
Pin Share

Related Images:

Di aletave

Dottore in Scienze Naturali, copywriter e blogger. Fondatore di questo blog.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *