mimosa cosa sapereMimosa: ecco cosa sapere.
Spread the love

È una pianta molto evocativa e viene apprezzata per il suo significato e per la sua bellezza. Ma siamo certi che pochi conoscono a fondo alcuni aspetti storici e culturali che orbitano attorno alla mimosa. La pagina scientifica di Fanpage.it le ha dedicato un articolo. Noi  vogliamo diffondere 5 aspetti caratteristici e curiosi su questa pianta che l’8 marzo viene donata alle nostre signore.

5. Non si chiama mimosa

Acacia dealbata mimosa

Potrà sembrare strano, ma chiamarla mimosa non è corretto. In effetti, la pianta dai caratteristici pallini gialli che conosciamo con questo nome si chiama Acacia dealbata. Fa parte della famiglia delle Mimosaceae, insieme ad altre circa 700 piante non proprio uguali tra loro.

4. Arriva dalla Tasmania

Mimosa origine Tasmania

Se crediamo che sia una pianta tipica italiana, o meglio ancora ligure, sbagliamo di grosso. La sua origine è molto esotica. La mimosa proviene addirittura dalla Tasmania. Ha comunque una forte diffusione soprattutto in Liguria e in Toscana, da cui si è sparsa poi in tutta la nostra penisola. A Pieve Ligure si svolge una sagra dedicata a questa pianta che è giunta alla sessantesima edizione.

3. Simbolo dell’8 marzo grazie a tre italiane

ideatrici mimosa 8 marzo

Furono tre italiane e, precisamente, Teresa Mattei, Teresa Noce e Rita Montagnana, dell’Unione Donne Italiane, che idearono di utilizzare la mimosa come simbolo della Festa della Donna che ricorre, come tutti sappiamo, l’8 marzo.

2. Non è un fiore

Mimosa infiorescenza sferica

La mimosa, tecnicamente, non è neppure un fiore. Si tratta, in realtà, di un’infiorescenza sferica costituita da più fiori. In pratica, un mazzo di fiori naturale che si compone autonomamente con grande senso dell’estetica e delle proporzioni. Un miracolo della natura.

1.  La mimosa non è solo una pianta

asteroide 1079 mimosa

Col termine mimosa non ci si riferisce solo al tipico fiore giallo. Si chiama “1079 Mimosa” un asteroide avvistato per la prima volta il 24 gennaio del 1927 e per l’ultima lo scorso 9 ottobre 2016. Ma anche un cocktail costituito da un mix di champagne e succo d’arancia. Anche i dolci hanno la loro mimosa: si tratta di una torta che ricorda il fiore grazie al pan di Spagna che viene sbriciolato in superficie. Mimosa è anche il nome dato a molte neonate.

Please follow and like us:
Pin Share

Related Images:

Di aletave

Dottore in Scienze Naturali, copywriter e blogger. Fondatore di questo blog.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *