Nuove ricerche dagli USA: cade il «mito» della Vitamina D
Spread the love

Non sarebbe così benefica come la si ritiene

Secondo quanto ci è sempre stato detto la vitamina D avrebbe avuto poteri quasi miracolosi. La si riteneva efficace in quasi tutte le patologie, dalle malattie cardiache fino ad essere benefica anche contro il diabete e addirittura contro il cancro.

Recenti studi randomizzati e controllati hanno però mostrato che essa non porterebbe alcun beneficio importante in alcuna delle condizioni analizzate. Pare addirittura che i benefici portati dalla vitamina D possono essere eguagliati con un’esposizione quotidiana di qualche decina di minuti al sole.

C’è però da specificare che non tutti i medici sono d’accordo nell’interpretazione dei test e continuano a consigliare l’assunzione di vitamina D attraverso integratori.

Per onestà di cronaca, la nota diramata da ScientificAmerican.com agli abbonati al servizio di informazione della prestigiosa rivista scientifica che indirizza anche ad un articolo, specifica che il giro d’affari prodotto dagli integratori supera il miliardo di dollari all’anno, aggiungendo che non esistono sempre prove di una vera necessità da parte dell’assuntore e anche che le vitamine non sono testate in modo indipendente per purezza o dosaggio.

Clifford Rosen, endocrinologo presso il Research Institute del Maine Medicine Center, ha dichiarato: «C’è una religiosità intorno alla vitamina D. Le prove sono visibili. La gente non vuole prestarci attenzione».

Foto da Wikipedia: struttura del colecalciferolo (vitamina D2)

Please follow and like us:
Pin Share

Related Images:

Di Enrico Cannoletta

Amante della natura e della Sampdoria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *