uso smartphone
Spread the love

Ebbene sì, secondo quanto emerge da uno studio condotto da scienziati dell’Università della California a San Francisco, pubblicata su “PLoS ONE”.

Già alcuni studi in passato avevano mostrato una possibile correlazione fra l’uso di questi dispositivi e le ore dedicate al sonno, che a loro volta sono associate all’insorgenza di condizioni come obesità, diabete e depressione.

Come descritto da Le Scienze, Matthew Christensen e colleghi hanno analizzato i dati provenienti da 653 soggetti adulti che avevano partecipato allo Health eHeart Study. Nel corso di questo studio, durato 30 giorni, i volontari hanno installato sui propri smartphone un’applicazione che registrava il momento in cui lo schermo era acceso e per quanto tempo, ed hanno compilato quotidianamente un diario annotando ore e qualità del loro sonno.

Da questi esperimenti i ricercatori hanno scoperto che durante il periodo di osservazione ogni partecipante aveva trascorso una media di 38,4 ore con lo schermo attivo, pari a 3,7 minuti ogni ora, e studiando le annotazioni hanno osservato che al maggior tempo trascorso a guardare lo schermo corrispondeva una diminuzione di ore e di qualità del sonno.

Il fenomeno potrebbe essere dovuto a un’interferenza della luminosità dello schermo con i ritmi circadiani, poiché il deterioramento del sonno è maggiore nei soggetti che usavano lo smartphone nelle ore serali.

Tuttavia si tratta di correlazioni da confermare con ulteriori studi.

Please follow and like us:
Pin Share

Di aletave

Dottore in Scienze Naturali, copywriter e blogger.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *