Tettonica a placche: lezione di geologia

Tettonica a placche: lezione di geologia

Abbiamo parlato dei fenomeni del vulcanismo, dei terremoti e degli tsunami mettendo in risalto i meccanismi inerenti la loro formazione e sviluppo. Come si sviluppano terremoti con relativo tsunami (quando ci sono le condizioni) e vulcani. Da cosa deriva tutto ciò? Alla fine dei conti, da cosa nascono quei processi che favoriscono lo sviluppo di quanto scritto sopra?

Alla base di tutto troviamo la nota Tettonica a placche: la nostra superficie terrestre sembrerebbe essere divisa in tante placche o zolle (piccole e grandi che siano) separate tra loro dai cosiddetti margini di placca. Le placche si muovono grazie ai movimenti convettivi che si realizzano sotto la crosta terrestre.

Esistono tre tipi di margini:

– divergenti, le placche si separano l’una dall’altra e si forma nuova crosta (formazione, per esempio, della dorsale dell’Oceano Atlantico)

– convergenti, le placche si avvicinano e una scivola sotto l’altra (formazione di catene montuose e di fosse oceaniche);

– trasformi, le placche scorrono orizzontalmente l’una rispetto all’altra (famosa è la faglia di San Andreas, in California).

La maggior parte dei terremoti ha origine lungo i margini di placca perché sono più attivi rispetto alle zone intraplacca (all’interno di una placca). Con ciò non voglio dire che nelle zone intraplacca non si originano i terremoti! Ma i più intensi si registrano lungo i margini di placca, anche se ci sono delle eccezioni.

La stessa cosa vale per i vulcani. La loro distribuzione è massima lungo i margini, minima all’interno delle placche.

Era doveroso riprendere qualche appunto di geologia.

Commenti

  • a thought by Pericolo dall'Etna -Scienze Naturali

    […] più dannosi si trovano (o si verificano, nel caso dei terremoti) lungo i confini tra le placche perchè sono le zone più […]

    Rispondi

  • a thought by Variazioni del livello medio del mare: innalzamento e abbassamento –

    […] le variazioni dell’espansione delle dorsali oceaniche possono indurre una variazione del livello marino: un’espansione delle dorsali induce un […]

    Rispondi

  • a thought by Scoperto un continente sotto l'Oceano Indiano –

    […] Le placche o zolle terrestri si muovono scorrendo lungo la superficie terrestre e il loro movimento è regolato dai movimenti convettivi del mantello (lo strato che si trova esattamente tra la superficie terrestre e il nucleo): tutto ciò va sotto il nome di teoria della Tettonica a placche. […]

    Rispondi

  • a thought by Forte scossa di terremoto colpisce le isole Salomone –

    […] Questi movimenti naturali delle placche vanno sotto il nome di Tettonica a Placche. […]

    Rispondi

  • a thought by Scossa di terremoto colpisce il Nord del nostro paese –

    […] la terra sotto i nostri piedi generando le scosse sismiche. Tutti i terremoti sono generati dal movimento delle placche che si muovono grazie ai movimenti che si realizzano nel mantello (porzione inferiore alla crosta […]

    Rispondi

Lascia un commento

Your email address will not be published. Name and email are required