Spread the love

Una nuova ricerca ha fatto il punto sul consumo della cannabis sia per scopo ricreativo che terapeutico. Si tratterebbe di un farmaco molto utile per tante malattie! Tuttavia, sarebbe anche una sostanza che crea dipendenza. La notizia è stata diffusa anche da Focus.

Come agisce?

C’è da dire che l’effetto farmacologico della cannabis si basa sulle sostanze che contiene: i cannabinoidi. Il più conosciuto tra questi, il THC, ha sia effetti psicoattivi che farmacologici e si lega ai recettori presenti sulle cellule del nostro organismo.

Effetti positivi

La cannabis sarebbe efficace contro il dolore cronico degli adulti, soprattutto quello dovuto alla spasticità nella sclerosi multipla. Avrebbe effetti positivi anche contro la nausea e il vomito provocati dalla chemioterapia nelle persone che hanno il tumore.

cannabis effetti
Foto: Focus.

Inoltre, sembra anche che possa migliorare il disturbo del sonno, i sintomi della sindrome di Tourette, la perdita di peso nei malati di AIDS e i disturbi di ansia.

Effetti negativi

Chi fuma la cannabis può avere qualche problemino, come bronchite, schizofrenia e psicosi. Le donne incinte, inoltre, possono partorire bimbi che alla nascita hanno un peso più basso. Non è tutto. Infatti, chi fuma marijuana può peggiorare i sintomi della depressione.

la cannabis effetti
Foto: Focus.

Infine, potremmo anche avere qualche tumore, attacchi di cuore, asma e malattie cardiovascolari.

La cannabis, quindi, ha effetti negativi e positivi su di noi! Sapete qualche altro effetto?

Please follow and like us:
Pin Share

Di aletave

Dottore in Scienze Naturali, copywriter e blogger.

2 pensiero su “Cannabis: ecco tutti gli effetti sul nostro organismo”
  1. Le donne incinte quando gli fanno il cesario come forma di business nel nostro Sud Italia, quella dose di droga sintetica chiamata anestesia locale finisce dritta, dritta nel sangue del povero nascituro tramite il cordone obelicale in contemporanea a sua madre e per lui che è un esserino minuscolo sono cavoli amari a smaltirla anche perchè resta nel sangue della madre ancora per mesi e finisce ovviamente nelle poppate giornaliere di latte materno, assieme agli antibiotici dati a sua madre per prevenire eventuali infezioni al taglio del bisturi per il cesario. Allora se diciamo la verità diciamola tutta! La sorella del mio medico ha sua sorella giovane con una grave morbo che le deforma le ossa, l’unica medicina che non le stà dando alcun effetto collaterale ma con cui ha trovato pace finalmente gliela prescritta un noto ortopedico romano ed è a base di cannabis.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *