Il mimetismo nel Regno Animale
Spread the love

Il mimetismo è l’arte suprema della sopravvivenza: attraverso questa strategia, le prede riescono (non sempre) ad evitare i predatori e, questi ultimi, possono cacciare una determinata preda con grande facilità. Anche se non tutti gli attacchi predatori vanno a buon fine.

Nel Regno Animale esistono differenti metodologie che gli individui adottano nella caccia, nella difesa, nella riproduzione. Soprattutto nel mimetismo:

– olfattivo = alcune specie di insetti riescono ad intrufolarsi in una foglia e a limitare al minimo la diffusione del loro odore che potrebbe essere percepito dai predatori;

– visivo = in questo caso, un individuo si camuffa abbastanza bene ed intelligentemente con l’ambiente che lo circonda, cambiando colore del corpo;

– batesiano = mimetismo utilizzato da alcune specie innocue che riescono a riprodurre i colori e, quindi, a diventare molto simili ad specie pericolose (è il caso di un serpente non pericoloso che imita il serpente corallo, una specie velenosissima, diventando quasi uguale).

Il camaleonte? Ecco, questo rettile si mimetizza con l’ambiente che lo circonda. La domanda è: perché lo fa? Tutti pensano che lo faccia per cacciare le sue prede (insetti). Sarà vero? Un po’ di verità effettivamente c’è, ma esiste un’altra versione dei fatti. Si mimetizza non solo per rendersi invisibile agli occhi delle prede, ma anche per esporre il suo comportamento. Almeno così affermano gli scienziati.

Secondo me, il mimetismo per eccellenza lo troviamo negli insetti foglia e stecco: il primo si confonde facilmente, come dice il nome stesso, con una foglia; il secondo, con un ramo. Anche nei polpi (e non polipi, questi sono i famosi coralli, il polpo è un mollusco) riscontriamo varie specie che utilizzano il mimetismo per sfuggire ai predatori o per andare alla ricerca di cibo.

La natura ci sorprende sempre.

Please follow and like us:
Pin Share

Related Images:

Di aletave

Dottore in Scienze Naturali, copywriter e blogger. Fondatore di questo blog.

Un pensiero su “Il mimetismo nel Regno Animale”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *