I pinguini: uccelli che hanno perso la capacità di volare

A quale gruppo tassonomico appartengono i pinguini?

I pinguini sono distribuiti nell’Emisfero australe (emisfero meridionale). I pinguini sono uccelli non volatori e hanno un corpo tozzo e non tanto sviluppato in altezza. Il pinguino imperatore è quello più alto e può arrivare ad un’altezza di circa 1, 15 metri e ad un peso di 50 kg (chilogrammi) al massimo.

I pinguini sono uccelli marini inclusi nell’Ordine (raggruppamento sistematico di individui con caratteristiche simili) degli Sfenisciformi, caratterizzati da un folto piumaggio che ha un duplice scopo: rende il loro corpo impermeabile all’acqua e lo isola termicamente dall’ambiente che lo circonda (fatto molto importante in quanto vivono in ambienti rigidi, freddi).

Come ho già scritto, i pinguini non volano e, conseguentemente, l’evoluzione ha permesso una modifica delle ali che vengono utilizzate per il nuoto. Sono omeotermi (a sangue caldo), cioè riescono a mantenere costante la loro temperatura corporea anche al variare di quella ambientale. Dato che hanno perso la capacità del volo, sono sprovvisti di ossa cave (ossa pneumatiche), che servono per alleggerire il corpo durante il volo.

È  interessante divulgare un paio di comportamenti eccezionali. Il primo modulo comportamentale riguarda i pinguini imperatori: per minimizzare l’azione del freddo, formano una sorta di struttura circolare che isola e ripara dal freddo un gruppo interno; successivamente, questo gruppo ruota e scambia la sua posizione con un gruppo esterno. In questo modo si garantisce l’isolamento termico in entrambi i gruppi.

L’altro magnifico modulo comportamentale che vorrei descrivere riguarda la teoria del gruppo egoista: sui bordi di una calotta glaciale si trova un gruppo di pinguini che sta aspettando il momento giusto per andare a caccia e tuffarsi in mare. Attende il giusto momento per il semplice motivo che, nei pressi della costa, sono presenti le foche leopardo (loro predatori).

Perché gruppo egoista? Perché questo gruppo sta aspettando che si tuffi in mare un altro gruppo per avere la certezza che non ci sia la presenza delle foche leopardo.

Related Images:

Commenti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Name and email are required