L’affascinante squalo grigio: comune negli acquari

Scopri di più sullo squalo più facile da osservare negli acquari.

Un altro squalo da paura è lo squalo grigio. Se volete vedere uno squalo grigio potete recarvi in un qualsiasi acquario. In quasi tutti gli acquari del mondo che ospitano squali, potete ammirare e osservare attentamente lo squalo grigio, che gira tranquillamente attorno alla vasca.

Lo squalo grigio è noto scientificamente col nome Carcharhinus plumbeus (=plumbeus vuol dire grigio, plumbeo), rappresentante dell’ordine (=raggruppamento che include specie con caratteristiche simili) dei Carcariniformi, cioè squali dotati di membrana nittitante, una sorta di membrana biancastra che viene utilizzata per proteggere e coprire gli occhi durante le ultime fasi di un’azione predatoria.

I Carcariniformi comprendono gli squali più pericolosi. Perché? Perché sono squali eurifagi, hanno un ampio spettro alimentare. Ciò vuol dire che sono predatori generalisti e mangiano tutto ciò che gli capita sotto tiro.

Un altro squalo che spesso ritroviamo negli acquari di tutto il mondo è lo squalo toro, Carcharias taurus, appartenente all’ordine dei Lamniformi, sprovvisti di membrana nittitante e stenofagi, basso spettro alimentare, ovvero predatori specializzati: non mangiano tutto ciò che capita. Un lamniforme è lo squalo bianco.

Lo squalo grigio è caratterizzato dal possedere la seconda pinna dorsale di dimensioni ridotte e la prima solitamente altissima. E’ distribuito nell’Oceano Atlantico, Pacifico e Indiano. Presente anche nel Mar Mediterraneo. Si alimenta di pesci, altri squali, crostacei, molluschi.

Related Images:

Commenti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Name and email are required