Mosche e zanzare: ordine dei Ditteri

Mosche e zanzare: ordine dei Ditteri
Spread the love

I Ditteri sono divisi in Brachiceri (mosche) e in Nematoceri (zanzare). Sono insetti terrestri o acquatici cosmopoliti (= diffusi ovunque), con dimensioni estremamente variabili, da 1 mm di lunghezza a 45 cm. Presentano una forma più o meno allungata con un addome anch’esso più o meno allungato.

Capo: occupato da occhi composti (piccoli e distanziati o grandi e contigui) e la forma del capo è determinata da quella degli occhi composti. Le antenne sono generalmente lunghe nei Nematoceri e corte nei Brachiceri.

Torace: mesotorace più sviluppato del pro- e del meta-. Le zampe hanno lunghezza varia. Hanno due paia di ali ancorate nel meso- e nel metatorace (funzionano solo quelle anteriori, mentre quelle posteriori sono chiamate bilancieri, costituite da scabello, pedicello e capitolo; i bilancieri servono per fornire equilibrio all’insetto durante il volo).

Addome: formato da 11 segmenti, l’ultimo dei quali munito di un paio di cerci. Nei maschi si osserva un fenomeno di torsione dell’estremità addominale, per cui il 9 e il 10 segmento vengono spostati da 180 a 360 rispetto alla posizione originaria.

Digerente

Il canale alimentare: apertura boccale, faringe, esofago, ingluvie, ventriglio, tubuli malpighiani, retto. Tre principali regioni: stomodeo, mesentere e proctodeo.

Respirazione

Sono dotati di respirazione tracheale per mezzo di trachee, tracheole e tracheoline, cioè tubuli interni distribuiti in tutto il corpo e che si collegano all’esterno per mezzo di spiracoli o stigmi (aperture situate sulle regioni pleurali toraciche e nelle aree laterali dei segmenti dell’addome; ogni segmento ha due stigmi, uno sul lato destro e l’altro su quello sinistro).

Commenti

  • a thought by Riproduzione e apparato boccale nei Ditteri -Scienze Naturali

    […] Scienze Naturali la visione reale della Natura! Skip to content HomeAlessio TavernitiGalleria fotograficaFoto naturalisticheSqualiSqualo biancoInsetti, Crostacei, Scorpioni (e non) e MiriapodiCnidariEchinodermiEnergie rinnovabili e nonMineraliRocce sedimentarieMammiferi mariniAmatorialiTabelleTerremoti più intensiPrecedenti tsunamiEnergie rinnovabili e nonIncidenti nucleariEruzioni vulcaniche più disastroseVulcani più pericolosiTesi Squalo BiancoPresentazioneAnatomia e organi di sensoStrategie alimentariLa dietaPredazione verso i pinnipedi: Sud AfricaPredazione verso i pinnipedi: CaliforniaPredazione verso i cetacei ← Mosche e zanzare: ordine dei Ditteri […]

    Rispondi

  • a thought by La gambusia: lotta biologica contro le zanzare –

    […] In questo post vorrei porre l’attenzione sulla gambusia, un piccolo pesce d’acqua dolce (in particolare si trova nei fiumi), abbastanza comune in Italia, anche in Calabria, importante per la lotta biologica contro le zanzare (sono ghiotti, soprattutto, delle larve delle zanzare). […]

    Rispondi

Lascia un commento

Your email address will not be published. Name and email are required