Le specie di serpenti in Calabria

La vipera, l'unico serpente velenoso in Italia

Oggi vorrei dedicare l’attenzione alle specie di serpenti presenti sul territorio calabrese. N.B.: la maggior parte dei serpenti calabresi non è velenosa, solo una specie lo è.

I serpenti sono Rettili (Reptilia), caratterizzati dalla presenza di squame che ricoprono il corpo e dal fatto di essere animali a sangue freddo (eterotermia), ovvero non sono in grado di mantenere la loro temperatura corporea costante al variare della temperatura ambientale. Appartengono al raggruppamento degli Ofidi.

La maggior parte dei serpenti si riproduce tramite ovoviviparità, cioè con la produzione di uno o più uova che vengono trattenute all’interno del corpo e, una volta raggiunta la maturità, si schiudono (sempre all’interno dell’organismo), viene prodotta prole viva (nell’utero) e, infine, espulsa all’esterno.

Tutti i serpenti sono dotati di un organo speciale che prende il nome di organo di Jacobson: si trova nella cavità orale. Le particelle alimentari vengono raccolte dall’ambiente per mezzo della lingua bifida e vengono convogliate verso questa struttura che elabora le informazioni raccolte.

In Calabria, esistono due sottogruppi di Ofidi: i Colubridi (non velenosi, con il corpo lungo e poco tozzo) e i Viperidi (una sola specie, velenosa, con corpo corto e tozzo e con la testa a formare una sorta di forma che ricorda vagamente un triangolo).

Le specie di serpenti calabresi sono sei:

– Hierophis viridiflavus, biacco, corpo tendenzialmente scuro;

– Natrix natrix, biscia dal collare, presenza di un “collare”tra capo e resto del corpo;

– Natrix tessellata, biscia tessellata, senza il “collare”;

– Zamenis lineatus, saettone occhi rossi, quattro linee che decorrono lungo il corpo (da capo a coda) e occhi rossi;

– Elaphe quatuorlineata, cervone, quattro linee che decorrono lungo il corpo (da capo a coda), senza occhi rossi;

– Vipera aspis, vipera comune, unica specie di Viperidi, velenosa.

Related Images:

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Commenti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Name and email are required