Quali differenze esistono tra ramarro e biacco?
Spread the love

La biscia e il biacco sono due specie di serpenti che fanno parte del mondo dei Rettili. Sono due specie importanti perché sono diffuse nella penisola italiana e tante persone ne hanno sentito parlare o, addirittura, viste. Non è difficile distinguerle, ma ritengo opportuno dare delle informazioni in modo da riconoscerle facilmente.

I Rettili sono dei Vertebrati, cioè corpo provvisto di colonna vertebrale, a sangue freddo (eterotermi), ovvero non riescono a mantenere costante la temperatura corporea anche quando quella ambientale varia: devono esporsi continuamente ai raggi del Sole per riscaldarsi, attivare il metabolismo e andare a caccia.

Il biacco, Hierophis viridiflavus, è di colore tendente al nero e può raggiungere i 2 metri di lunghezza. Predilige ambienti terrestri. La biscia, Natrix natrix, ha una sorta di “collare” attorno al collo dato da un’alternanza di colorazione tra la testa e il resto del corpo e predilige, a differenza del biacco, un ambiente umido.

Li accomuna il fatto di appartenere, all’interno dei Rettili, al gruppo dei Colubridi, serpenti non velenosi, per distinguerli dai Viperidi (per esempio la vipera comune) con tutta una serie di serpenti velenosi.

Please follow and like us:
Pin Share

Related Images:

Di aletave

Dottore in Scienze Naturali, copywriter e blogger. Fondatore di questo blog.

Un pensiero su “La biscia e il biacco: differenze e affinità”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *