Differenze tra l'ape e la vespa.
Spread the love

Torniamo un po’ ad occuparci di qualche differenza fondamentale nel Regno degli animali cercando sempre di dare spiegazioni abbastanza esaustive. L’ape e la vespa sono due animali, due specie, completamente differenti. Le vediamo girovagare nei prati, nei campi in fiore, nelle aree urbane e in quelle antropiche.

Sono entrambi insetti, corpo diviso in capo, torace e addome: il torace porta due paia di ali e sei zampe funzionanti. Sul capo troviamo le antenne sensoriali, gli occhi e l’apparato boccale. Appartengono al raggruppamento degli Imenotteri, gruppo che include insetti estremamente sociali quali api, vespe e formiche.

L’ape è nota alla scienza col nome di Apis mellifera perchè produce miele: le api da miele si nutrono del nettare presente nei fiori favorendo l’impollinazione, meccanismo attraverso il quale le api trasportano il polline da una pianta all’altra. Con il nettare mettono in atto la costruzione di nidi cerosi. Sono di colore giallo scuro che si alterna al nero.

Le vespe, invece, sono definite Vespula vulgaris e non producono miele perchè sono provviste di uno spettro alimentare diverso dalle api: si cibano, infatti, di materiale legnoso che viene sfruttato per la costruzione di un nido cartaceo e non ceroso come nelle api. Inoltre, non alimentandosi di nettare non favoriscono l’impollinazione. Il loro corpo è a strisce nere e gialle (più accese delle api).

L’impollinazione è un evento estremamente importante per la dispersione del polline e, conseguentemente, per la propagazione della specie nello spazio. I principali impollinatori sono gli insetti, ma non gli unici. A contribuire al trasporto del polline troviamo anche alcuni pipistrelli e altri piccoli mammiferi.

Please follow and like us:
Pin Share

Related Images:

Di aletave

Dottore in Scienze Naturali, copywriter e blogger. Fondatore di questo blog.

2 pensiero su “L’ape non è la vespa e la vespa non è l’ape”
  1. Senza contare che ci sono anche i sirfidi (mosche “travestite” da api e vespe) a complicare l’identificazione…
    Aggiungo anche che V. vulgaris solitamente costruisce il nido in cavità del terreno; una vespa il cui nido è invece ben visibile è la cartonaia (Polistes gallicus), che è anche molto meno aggressiva della vespa comune.
    Sempre complimenti per tutti gli articoli (anche se non commento quelli sull’ambiente marino, su cui sono molto meno preparato)!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *