Indagine sull'universo primordiale
Spread the love

Un interessante articolo proposto dalla rivista Le Scienze, edizione italiana della prestigiosa Scientific American, sulla scoperta di sette stelle che sarebbero le più antiche della galassia, da lo spunto a noi di Scienze-naturali.com per approfondire la conoscenza con l’universo primordiale, al quale sicuramente questi astri appartenevano.

Secondo le teorie maggiormente accreditate dalla comunità scientifica, l’universo sarebbe nato 13,7 miliardi di anni fa da una grande esplosione di materia così compressa e concentrata da non far uscire neppure un raggio di luce o un suono per circa 400.000 anni dopo essersi innescata. Fu il fenomeno chiamato Big-Bang, definito dagli scienziati “singolarità” in quanto prima di esso non esistevano né lo spazio e neppure il tempo, essendo entrambi, come ci spiega la teoria della relatività, estremamente dipendenti l’uno dall’altro, e in quelle condizioni completamente avvolti in se stessi.

Ma come si presentava l’universo nei suoi primi momenti di vita? Quali furono le prime materie a formarsi? In questo articolo cercheremo di rispondere a questi interrogativi, anche avvalendoci delle deduzioni e delle analisi degli studiosi e delle organizzazioni più importanti, quali ad esempio la NASA, ma utilizzeremo anche le osservazioni che si sono potute effettuare grazie alle analisi dello spettro della luce percepita da astri che orbitano fino a 12/13 miliardi di anni luce da noi, e che quindi possiamo “osservare” in diretta nelle condizioni in cui erano poco dopo il fatidico Big-Bang.

 

La vita dell’universo è suddivisa in 9 ere ovvero periodi storici: era di Plank, era della grande unificazione, era dell’inflazione,

Indagine sull'universo primordiale
Fu probabilmente il primo a formarsi circa 200 secondi dopo il Big-Bang

era elettrodebole, era degli adroni, era dei leptoni, era della nucleosintesi, era dell’opacità e infine l’era della materia, che è quella contemporanea.

Per una descrizione anche breve di ognuno di questi periodi occorrerebbe un articolo specifico, e presto li proporremo. Per ora

accontentiamoci della narrazione sommaria dell’evoluzione dei primi anni. Furono necessari circa 200 secondi affinché si formassero i primi atomi, circa 400 milioni di anni perché si concentrassero fino a formare la prima stella. E ciò è notevole se pensiamo che la seconda era in ordine di tempo, l’era della grande unificazione in cui la forza elettromanetica e la forza nucleare (sia quella forte che la debole) si unirono in una sola incredibile energia, avvenne1 decimiliardesimo di miliardesimo di yoctosecondo (pari a 10-43 secondi, ossia 0,0000000000000000000000000000000000000000001 secondi) dopo il Big-Bang.

L’era contemporanea dell’universo ebbe inizio 13,6 miliardi di anni fa, quando l’universo esisteva da 100 milioni di anni e perdura tuttora, con la formazione e il morire delle stelle, con gli atomi che si aggregano in molecole e danno origine alla vita di tutte le specie, compresa la nostra. Buon compleanno a tutti!

Please follow and like us:
Pin Share

Related Images:

Di aletave

Dottore in Scienze Naturali, copywriter e blogger. Fondatore di questo blog.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *